FAQ lenti a contatto più richieste

Le FAQ più richieste LENTI A CONTATTO

A che età si può cominciare a portare le lenti a contatto?

Molti contattologi incoraggiano l’uso delle lenti tra gli 11 e i 14 anni, e poi possono essere portate per tutta la vita. Il vero problema non sta nell’età, ma piuttosto nel capire se un giovane è abbastanza responsabile per portare e prendersi cura delle lenti nel modo corretto. 

Per quanto tempo posso indossare le lenti a contatto?

Il contattologo ti consiglierà per quanto tempo ogni giorno puoi portare le tue lenti. Non c’è una risposta semplice. Con le lenti a contatto non c’è un approccio unico che vale per tutti. Il tuo contattologo discuterà con te e in base al tuo stile di vita e alle tue esigenze ti indicherà un programma d’uso e di sostituzione fatto apposta per te.

Come funzionano le lenti a contatto?

Nel loro stato idratato, le lenti a contatto posizionate sulla cornea agiscono come mezzo refrattivo per mettere a fuoco i raggi luminosi sulla retina. Le lenti a contatto hanno lo stesso potere dei tuoi occhiali e rifraggono e piegano la luce allo stesso modo delle lenti oftalmiche. 

Posso indossare le lenti a contatto per praticare sport o altre attività?

Le lenti a contatto sono ottimali per praticare sport e per condurre uno stile di vita attivo: puoi vedere bene senza il problema degli occhiali che si appannano, cadono o si rompono. E, a differenza degli occhiali, puoi indossarle con la maschera da sci o gli occhiali da sole. Le lenti a contatto ti consentono anche un’ottimale visione periferica: non ti intralciano quando ti guardi intorno per seguire l’azione quando pratichi sport o altre attività. 

Posso portare le lenti a contatto quando vado in piscina o al mare?

Gli ambienti acquosi, come la piscina e il mare, sono ricchi di batteri e microrganismi ed è per questo che una risposta immediata risulta essere negativa. Nuotare con le lenti a contatto infatti mette i tuoi occhi più a rischio di infezione, a meno di indossare occhialini da nuoto.

Posso dormire con le lenti a contatto?

Alla maggior parte dei portatori di lenti a contatto capita di addormentarsi con le lenti. Alcune di queste non sono progettate per essere portate durante la notte, allora probabilmente puoi avere la sensazione di avere gli occhi molto asciutti e la visione un po’ offuscata e non chiara. In ogni caso non cercare di rimuovere le lenti a contatto con la forza, perché le lenti potrebbero aver aderito all’occhio a causa di una naturale riduzione di lacrimazione durante la notte. In questi casi è opportuno usare delle gocce umettanti. Aspetta alcuni minuti finché le lenti diventano mobili e le vedi muoversi normalmente con l’ammiccamento, a questo punto rimuoverle dovrebbe essere più semplice. 

Posso conservare le lenti a contatto con l'acqua del rubinetto?

No. Le lenti a contatto non devono mai essere conservate né sciacquate con l’acqua del rubinetto. Quest’acqua infatti contiene microrganismi che possono attaccarsi alle lenti favorendo delle infezioni agli occhi che, se non vengono curate, possono portare ad una perdita permanente della vista. Assicurati quindi di utilizzare sempre una soluzione per lenti. Guarda qui come prenderti cura delle tue lenti a contatto. Per le stesse ragioni, l’acqua del rubinetto non dovrebbe mai entrare a contatto con il tuo portalenti, che devi pulire sempre con una soluzione per lenti. 

Posso truccarmi con le lenti a contatto?

Certamente che puoi, ma per ridurre al minimo eventuali disagi e per non rovinare il trucco ti consigliamo di seguire queste semplici indicazioni:

  • Applica le lenti prima di truccarti e se puoi utilizza cosmetici privi di olii e fragranze;
  • Sostituisci i tuoi cosmetici frequentemente. Ti consigliamo di sostituire ogni 3 mesi il mascara, ogni mese l’eyeliner e ogni 6 mesi gli ombretti;
  • Usa mascara e eyeliner resistenti all’acqua per evitare che il trucco si sfaldi e sbavi. Evita le fibre volumizzanti per ciglia perché possono causare irritazioni se finiscono sotto le lenti.

Posso utilizzare le lenti a contatto dopo la data di scadenza?

No. La data di scadenza va rispettata affinché il prodotto sia conforme alle specifiche di qualità per quel determinato periodo. 

Posso continuare a usare gli occhiali se inizio a utilizzare le lenti a contatto?

Certo! Puoi alternare occhiali e lenti a contatto secondo le tue attività, necessità e preferenze. In ogni caso, puoi anche portare le lenti a contatto tutti i giorni, fino a fine giornata. A te la scelta. 

Le lenti a contatto possono finire dietro l'occhio?

È fisicamente impossibile che la lente finisca ‘dietro’ l’occhio. C’è una membrana che ricopre l’occhio e lo connette internamente alla palpebra, evitando che qualsiasi cosa finisca dietro l’occhio, comprese le lenti a contatto. 

La lente a contatto può saltare fuori dall'occhio?

È altamente improbabile con le lenti a contatto morbide. Quando messe correttamente, le lenti a contatto rimangono sempre in posizione. Anche nel raro caso in cui una lente si sposti, essa rimane comunque sull’occhio per poter essere rimessa a posto. 

La lente a contatto può rimanere incastrata nell'occhio?

No, le lenti a contatto possono essere rimosse facilmente seguendo le istruzioni. Bastano un po’ di pazienza e di allenamento. 

La lente a contatto può graffiarmi l'occhio?

Le lenti a contatto non graffiano l’occhio perché sono molto morbide. Le lenti danneggiate o intaccate, tuttavia, possono irritare gli occhi. Fai attenzione a non graffiare l’occhio con le unghie quando metti o togli le lenti a contatto. Inoltre, se un frammento di polvere o di sporcizia entra nell’occhio o sotto la lente, può irritare o graffiare l’occhio. Se senti fastidio o non vedi bene portando le lenti a contatto, toglile subito e chiama il tuo ottico di fiducia. 

Le infezioni agli occhi sono più frequenti indossando le lenti a contatto?

Possono verificarsi dei problemi portando le lenti a contatto, ma molto raramente sono seri. Le infezioni si verificano se le lenti non vengono disinfettate correttamente. Se segui le indicazioni dell’ottico per una corretta igiene e per il modo corretto di indossare le lenti è molto improbabile che si verifichi un’infezione. 

Uso la mia lente a contatto da sempre e mi trovo benissimo, perché cambiarla?

Perché se porti lo stesso modello di lente da 5 o 10 anni, probabilmente stai usando una lente con materiale e geometrie obsolete. Oggi esistono materiali molto traspiranti, morbidi, confortevoli che potrebbero offrirti una visione migliore e geometrie che permettono una maggiore compatibilità con i tessuti degli occhi. 

Io sono astigmatico, è vero che non ci sono lenti a contatto per me?

Le lenti per te ci sono, solo che è opportuno affidarsi ad un ottico applicatore che sia in grado di scegliere la lente adatta al tuo occhio e vedere come si comporta durante il porto anche prolungato. Una lente errata potrebbe muoversi eccessivamente o peggio ancora ruotare su se stessa peggiorando la correzione astigmatica al posto di migliorarla.

Sono presbite, c'è una lente a contatto adatta e me?

Certamente! Le lenti a contatto per i giovani presbiti sono ormai una soluzione soddisfacente e adottate da un numero sempre maggiore di giovani quarantenni. L’età non è un problema e se vuoi continuare a non portare l’occhiale per le attività da vicino, la lente a contatto progressiva può essere un’ottima soluzione.

Ci sono lenti a contatto per difetti visivi elevati?

Non solo esistono, ma attualmente rappresentano anche il modo migliore per correggere elevate ametropie: Le lenti a contatto eliminano quasi totalmente le aberrazioni create dalle lenti degli occhiali di potere elevato restituendo una visione nitida e un campo visivo nella sua interessa e risolvono inoltre il problema estetico di occhiali con lenti spesse e costose.

Per il mio occhio esistono solo lenti a contatto rigide e non mi trovo bene, cosa posso fare?

Le lenti a contatto rigide e semi-rigide nascono per delle esigenze particolari, tuttavia la gamma di produzione di lenti a contatto morbide ormai copre anche molte delle situazioni che prima potevano essere gestite solo con lenti a contatto rigide. Possiamo seguirti per vedere se per il tuo caso può essere gestito una lente a contatto morbida adeguata alle tue esigenze e ai ritmi ormai frenetici degli stili di vita attuale.

Le lenti a contatto sono tutte uguali?

Nonostante possano avere nomi simili o packaging dello stesso colore le lenti a contatto sono tutte diverse. Non esiste una lente “buona” a priori. La qualità della lente a contatto deve essere valutata durante il porto. Ogni marchio di lenti a contatto ha il suo materiale, la sua geometria, un indice di traspirabilità e di idratazione e molti altri parametri che interagiscono con gli occhi, che sono diversi per ogni portatore. Scegliere una lente a contatto in autonomia solo sulla base del prezzo è una scelta azzardata perché la differenza in termini di comfort e acuità visiva ottenibile tra una lente ottimale e una lente sbagliata potrebbe essere veramente significativa. Differenza che aumenta all’aumentare del potere e dell’astigmatismo. 

Posso prendere il sole quando indosso le lenti a contatto?

Non ci sono grandi controindicazioni. Alcuni tipi di lenti hanno la capacità di proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti, tuttavia, a scopo preventivo, è sempre buona norma indossare degli occhiali da sole. 

Cosa succede se metto le lenti a contatto al contrario?

Non succede nulla di grave, al massimo si può avvertire un senso di fastidio, al quale si può rimediare ripetendo l’iter di partenza. Togliamo la lente, poniamola nel verso giusto, sciacquiamola e indossiamola di nuovo.

Chiunque può portare le lenti a contatto?

Sì, quai tutti, la tecnologia odierna consente l’utilizzo delle lenti per la correzione di molti problemi visivi, ma prima di farne uso è sempre necessario sottoporsi ad una visita specialistica con la quale sarà possibile individuare il tipo di lenti più adatte alle proprie esigenze.

Perché quando viaggio in aereo le lenti a contatto mi danno fastidio agli occhi?

Questo capita quando ci si trova in ambienti dove c’è l’aria condizionata, poca umidità ed elevata ventilazione. Questi fattori possono asciugare eccessivamente l’occhio, rendendo la lente fastidiosa e offuscando anche la vista. In questi casi è buona norma utilizzare delle lacrime artificiali o delle gocce di tipo umettante che hanno la proprietà di rendere l’occhio più umido.

I miei occhi sono spesso secchi, posso usare le lenti a contatto?

In commercio esistono diverse tipologie di lenti a contatto, per ogni tipo di esigenza, anche per chi soffre spesso di occhi secchi. Per saperne di più è per fare la scelta giusta è sempre buona norma rivolgersi ad un ottico di fiducia. Tuttavia per questi casi è preferibile non indossare le lenti per troppo tempo e utilizzare sempre delle gocce di tipo lubrificante che aiutano a mantenere l’occhio umido.

Posso usare le lenti a contatto usa e getta per un periodo superiore a quello riportato sulla scatola?

No, è vietato. Occorre sempre rispettare la durata riportata sulla scatola. Il motivo è molto semplice, con il tempo sulle lenti si accumulano residui proteici e lipidici causa frequente di allergie, secchezza dell’occhio e impedimento della vista. Quest’ultimi inoltre sono dei portatori di batteri che come è noto possono provocare danni irreversibili agli occhi.

Cosa devo fare se quando indosso le lenti a contatto mi danno fastidio?

Se avvertiamo un senso di fastidio quando indossiamo le lenti a contatto molte possono esserne le cause. Come prima cosa è opportuno toglierle e controllare che non siano danneggiate. In caso negativo è bene verificare che siano state indossate nel verso corretto. Se anche in questo caso non si riscontra alcuna anomalia è allora necessario rivolgersi ad un ottico facendogli presente il problema.

Quanto durano le lenti a contatto morbide?

In commercio esistono diversi tipi di lenti a contatto: mensili, quindicinali e giornaliere. La durata pertanto rispetta il tipo di lente, 30 giorni per quelle mensili, 15 giorni per quelle quindicinali e un giorno per le giornaliere.

Quante ore al giorno posso portare le lenti a contatto?

Il tempo di utilizzo varia in base al tipo di lenti. Se le lenti sono morbide l’ideale sarebbe non indossarle per più di otto ore di fila. Se al contrario le lenti sono rigide gas-permeabili, è preferibile non superare le dodici ore. La differenza tra le due consiste nei differenti materiali che le costituiscono che nel caso delle lenti semi-rigide le rende molto più traspiranti. Inoltre quest’ultime sono rispetto, alle lenti morbide, anche più piccole favorendo una maggiore traspirabilità dell’occhio.

Esistono lenti a contatto che possono cambiare il colore ai miei occhi?

Sì, esistono lenti colorate che hanno sia un ruolo puramente cosmetico, sia la capacità di correggere il difetto visivo. In entrambi i casi, importante rispettare le stesse regole di manutenzione e igiene previste per tutte le lenti a contatto correttive.

Le lenti a contatto possono provocarmi dei danni all’occhio?

No, Le lenti a contatto non possono provocare danni all’occhio se vengono utilizzate correttamente e si seguono tutte le regole di manutenzione e igiene previste.

Posso riutilizzare la soluzione in cui avevo conservato le lenti a contatto?

No, la soluzione è efficace e svolge la sua funzione di pulizia e conservazione delle lenti a contatto solo per una volta.

Se ho gli occhi arrossati posso indossare le lenti a contatto?

No, non si devono mettere le lenti a contatto in caso di fastidio, arrossamento o altro disturbo. In presenza di questi sintomi è necessario sospendere l’uso, avvisare il contattologo e rivolgersi senza indugio al medico oculista.

TOP

Click outside to hide the compare bar
Comparatore